TV in streaming

Avelia_connessione_streaming

Qual è la velocità di connessione adatta a me?

All’inizio era un singolo canale, in bianco e nero, con poche ore di trasmissione al giorno. Poi arrivò il secondo canale, il terzo, la tv privata, la pay-tv e il digitale terrestre. Oggi la televisione è streaming: ovunque e da qualsiasi dispositivo.

Secondo un’indagine di EY, in Italia, tra settembre 2016 e giugno 2017, si sarebbe verificato un incremento degli abbonati di servizi in streaming a pagamento pari al 18%, con un totale di utenze pari a 19,1 milioni.

Sempre in base a questa ricerca, a giugno 2017 tra i servizi streaming a pagamento in Italia si è classificato al primo posto Netflix (800.000 iscritti), seguito da TimVision (600.000 iscritti), Infinity (300.000) e NowTV (250.000).

Che sia gratuita o a pagamento, streaming live o on-demand, la tv oggi passa attraverso la rete e anche i canali televisivi tradizionali si sono dovuti piegare alla richiesta degli utenti, creando delle piattaforme online per la visualizzazione dei programmi a palinsesto. Basta pensare a piattaforme come RaiPlay, dove i canali del servizio pubblico italiano vengono riproposti in live streaming e la maggior parte delle trasmissioni sono ripresentate con servizio on demand.

Velocità di connessione

Il denominatore comune di tutti i servizi in streaming è la connessione internet a banda larga, che deve necessariamente essere sufficientemente ampia per poter trasportare un segnale ad alta qualità.

  • Netflix consiglia una velocità di 5 Mbps per poter vedere i video in qualità HD e 25 Mbps per i video Ultra HD; nel caso in cui la connessione risulti più lenta, la piattaforma riduce la qualità del video, in modo che sia comunque possibile vederlo senza interruzioni o buffering;
  • TimVision specifica che è necessaria una connessione a banda larga, senza dare indicazioni precise sulla velocità minima richiesta per visualizzare i contenuti in HD;
  • Infinity indica la possibilità di visualizzare contenuti in HD con una velocità di connessione superiore ai 3 Mbps;
  • NowTV consiglia per vedere i contenuti in HD almeno 5 Mbps di velocità effettiva per XBOX ONE e 3,5 Mbps per tutti gli altri dispositivi abilitati;
  • Amazon Prime Video, sbarcato in Italia a fine 2016, consiglia una velocità di 3,5 Mbps per la visualizzazione di contenuti in HD (720p/1080p) oppure 15 Mbps per i video 4K Ultra HD;
  • Apple TV consiglia una connessione di almeno 8 Mbps per i contenuti in HD.

Come scegliere la connessione

In primis la velocità di connessione della linea deriva dal contratto sottoscritto: quando si sceglie un contratto internet, è necessario capire quali saranno le reali necessità, quale tipologia di contenuti si utilizzano principalmente e quanti dispositivi potranno essere collegati contemporaneamente alla rete.

Si deve infatti considerare che la velocità verrà poi suddivisa tra tutti i device collegati alla rete: se abbiamo quindi una connessione a 10 Mbps e 5 dispositivi collegati contemporaneamente, ognuno di questi navigherà indicativamente a una velocità di 2 Mbps.

Anche il segnale WiFi potrebbe influire negativamente sulla vostra esperienza di navigazione e quindi di visione dei video in streaming: potrebbe essere necessario rinforzare il segnale in alcuni punti della casa, soprattutto in abitazioni distribuite su più piani.

Non ultimo, anche il router utilizzato per connettersi – se datato o malfunzionante – può influire negativamente sulle prestazioni della connessione.

Visita il nostro nuovo online store per ricevere informazioni in merito ai profili internet residenziali Avelia e per acquistare router e accessori Fritz!Box.

  • Fornitore ufficiale di importanti realtà sportive veronesi come Scaligera Basket Tezenis e A.C. ChievoVerona, Avelia è un brand della MioIndirizzo srl, che offre consulenza direzionale e assistenza operativa per cloud, connettività, fonia, sicurezza e networking.  Per scoprire come le soluzioni Avelia aiutino le imprese ad accelerare il proprio business, contattaci! hello@avelia.it
Contattaci



Acconsento alla Privacy Policy

Certificazioni