Voucher digitalizzazione PMI

Voucher_PMI_avelia

Fino a 10.000 euro per le PMI che vogliono investire nelle nuove tecnologie

Si potranno compilare dal 15 gennaio 2018 le domande online per la richiesta delle agevolazioni in ambito di digitalizzazione e ammodernamento tecnologico; domande che potranno essere inviate dal 30 gennaio al 9 febbraio 2018.

Il provvedimento – emanato il 24 ottobre scorso e con il quale sono stati destinati un totale di 100 milioni di euro alle imprese italiane – prevede un contributo per le PMI nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili e, comunque, di importo non superiore a 10.000 euro, “finalizzato all’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico”.

Quali sono le spese ammissibili?

Read More

Italiani, imprese e digitalizzazione

La digitalizzazione delle imprese italiane

I dati lo confermano: gli italiani non utilizzano internet e le imprese investono poco nella digitalizzazione. Il Digital Economic Outlook 2017 dell’Ocse – pubblicato nei giorni scorsi – fa emergere un’Italia ancora in ritardo nella rivoluzione digitale. Lo studio, che si concentra sul settore ICT (Information and Communication Technology), presenta un Paese in ritardo per investimenti e per accesso e uso delle tecnologie più avanzate, sia da parte delle imprese che da parte della popolazione.

Italiani popolo di (pochi) navigatori

I dati mostrano infatti che meno del 69% del totale della popolazione italiana naviga in rete, contro la media Ocse dell’84%. Lo scarto in negativo si manifesta anche nelle suddivisioni per fascia d’età: i giovani italiani compresi tra i 16 e i 24 anni che accedono al web sono il 90% contro una media Ocse del 96,5%. Il divario si accentua con l’aumentare dell’età: in Italia infatti solo il 42% delle persone tra i 55 e i 74 anni si collega a internet, a fronte di una media Ocse del 63%.

Read More

Parla con lui

Avelia_Hotspot_WiFi

Ovvero di come interagire con il cliente fa bene alla vostra web reputation.

Guadagnare una buona reputazione online è un continuo tentativo alla ricerca di recensioni positive e tutti i manager di strutture ricettive sanno bene che devono costantemente monitorarla.

Le recensioni online sono una risorsa di informazioni importante per il cliente: esattamente come la maggior parte di noi cerca online il parere di altri utenti in merito a un prodotto/servizio prima di acquistarlo, anche la maggior parte dei clienti di un hotel sfrutterà le OTA (Online Travel Agencies) o altri siti di raccolta di recensioni per prendere una decisione in merito a una struttura, anche se poi non effettuerà la prenotazione online.

Read More

Toglietemi tutto, ma non il Wi-Fi

Toglietemi tutto ma non il Wi-Fi

Il bisogno di restare in contatto con familiari e amici, di postare sui social network i momenti più belli di una vacanza o la necessità di essere collegati a una rete ultraveloce per lavoro fanno sì che la connessione Wi-Fi gratuita in albergo venga ormai percepita dai clienti non più come opzionale, ma come un’esigenza fondamentale.

Secondo un recente studio del portale di prenotazioni Roomzzz, due ospiti su tre sentono la necessità di connettersi alla rete Wi-Fi entro 7 minuti dal loro arrivo e un sondaggio condotto da statista.com ci rivela che l’accesso a internet in hotel è il principale servizio ricercato da chi prenota un viaggio.

Read More

Wi-Fi in hotel

hotspot_wifi_hotel_avelia

Gli errori che il gestore di una struttura non dovrebbe commettere

Servizio sempre più richiesto dagli ospiti delle strutture alberghiere, oggi scegliamo di condividere con voi quelli che a nostro parere sono i cinque errori più diffusi del Wi-Fi in hotel:

  1. L’accesso a internet non è sottoposto ad alcun controllo

Da normativa vigente, chi offre un internet Hotspot non è tenuto a identificare i clienti, ma chi mette a disposizione di terzi la propria connessione internet o quella intestata all’azienda può essere considerato responsabile – in sede civile – di eventuali attività illecite commesse attraverso quella rete, a meno che non si sia in grado di dimostrare che tali attività sono state svolte da terzi. Ecco perché è fondamentale attivare un sistema di gestione delle connessioni, che obblighi l’utente a registrarsi con i suoi dati.

  1. Controllo d’accesso sì, ma lento e standard

Read More

Contattaci



Acconsento alla Privacy Policy

Certificazioni