Streaming video, IpTV e banda larga in Italia: le 3 cose da sapere per vedere al meglio i tuoi film e programmi preferiti

Streaming video, IPTV, MyLink

Non tutti i servizi internet sono uguali e ciascuna qualità video ha le sue esigenze di banda. Scopriamo insieme gli elementi che influenzano lo streaming via internet.

Gli italiani ormai conoscono ed utilizzano sempre più lo streaming video e le piattaforme IpTV per gustare i film ed i contenuti video quando desiderano. È di queste settimane la conferma che Netflix arriverà in Italia dal 22 ottobre. Il colosso della tv in streaming, che ha spazzato via Blockbuster e in pochi anni ha cambiato il panorama televisivo negli Stati Uniti, offre via Internet i film e le stagioni complete dei serial più famosi. L’arrivo in Italia è stato ritardato a causa della cronica lentezza della connessione internet disponibile nel nostro paese. Oggi però il panorama dei servizi internet disponibili sta cambiando radicalmente e la qualità del servizio è in continuo miglioramento. A fianco delle ADSL sono arrivate altre tecnologie come VDSL basata su rete in fibra ottica, WDSL basata su link wireless di qualità, banda satellitare, oltre alle reti mobili 4G che rendono disponibili i contenuti video anche sui dispositivi mobili. L’importante è avere a disposizione una connessione ad internet con banda adeguata e soprattutto stabile.

Ma quanta banda serve per vedere bene video in streaming?

Netflix ha indicato delle linee guida, condivise dai principali produttori di TV e dai principali fornitori di contenuti video. L’ampiezza di banda minima richiesta per i contenuti in qualità SD è di 0,5 Mbps ma quella raccomandata è di almeno 1,5 Mbps. Si passa poi a 3 Mbps per i video in qualità HD, per arrivare ad almeno 15 Mbps per la qualità Ultra HD 4K. Se a casa avete una connessione flat da almeno 7 Mbps dovreste essere a posto per i primi due livelli, mentre per l’Ultra Hd è assolutamente consigliabile passare ad un servizio con maggiori prestazioni.

La banda necessaria dipende anche dal dispositivo utilizzato

Un altro elemento che influenza i contenuti video-streaming è il dispositivo. Neil Hunt, Chief Product Officer di Netflix, intervistato da Dday.it ha comunicato queste stime relative al tipo di dispositivo utilizzato: “Al 60% sono TV. Poi ci sono console da gioco, Apple TV, tablet, laptop e smartphone in ordine. Le TV sono ovviamente il mezzo preferito.”
La banda richiesta varia in funzione del dispositivo anche a seconda della piattaforma utilizzata. Sky Go, per esempio, consiglia di poter disporre di almeno 600 Kbps di banda per la visione dei contenuti su smartphone e tablet e fino a 1,5 Mbps sui computer. Premium Play, invece, richiede almeno 800 Kbps. Requisiti molto simili per tutti gli altri servizi di televisione in streaming. Youtube, invece, come noto, richiede almeno 2,5 Mbps di banda solo per poter accedere ai video in alta definizione HD.

Quale servizio di connessione ad internet scegliere?

Secondo i dati di autorevoli ricerche, gli italiani dispongono mediamente di 4,9 Mbps. Dunque, l’uso dello streaming è generalmente possibile. I problemi potrebbero nascere quando si utilizzano più servizi in parallelo, cosa oggi molto frequente, visto che oramai quasi tutti dispongono in casa di almeno un computer, uno smartphone o tablet e una console da gioco.
Sommando le richieste di banda di tutti i servizi di streaming, per stare “tranquilli” sarebbe necessario poter disporre di almeno 7 Mbps di banda, anche asimmetrica (ADSL, XDSL, Wireless, Satellitare). Potendo scegliere, è consigliabile richiedere un servizio con connettività superiore, ma soprattutto, puntare su soluzioni che offrano soprattutto il servizio di banda garantita. La banda nominale infatti è inutile se poi il provider non dispone di sufficienti risorse.

MyLink offre servizi a banda garantita con varie tecnologie: Wireless, ADSL, VDSL su rete in Fibra ottica e Satellitare. Per portare la tua connessione internet anche dove gli altri non arrivano con la fibra.

Contattaci



Acconsento alla Privacy Policy

Certificazioni