WiFi: qual’è la tecnologia per il migliore servizio wireless

wireless-wifi-velocita-mylink-air-avelia-internet-verona

Piccola guida per conoscere e scegliere router e access point wifi per internet

Il WiFi, la connettività di rete senza fili ormai è ovunque: dai locali, bar, hotel, ai luoghi pubblici come le piazze, alle abitazioni. Molte sono le soluzioni facilmente reperibili in commercio e questo può far pensare che sia relativamente semplice “mettere il Wi-Fi in casa”. Però, una cosa è installare un router e/o degli access point per una rete domestica senza grosse pretese basata su Wi-Fi, un’altra cosa è ottenere le migliori prestazioni. Questo appare ancora più evidente se si tratta di una rete aziendale o di un locale pubblico come bar, negozi, hotel.

In ogni caso bisogna scegliere la versione di Wi-Fi più adatta a seconda delle proprie esigenze, posizionare adeguatamente il/gli access point, eventualmente estenderne la copertura e, soprattutto, proteggere la rete wireless da eventuali accessi non autorizzati.

In questo articolo troverete i consigli per scegliere e ottenere una buona rete wireless WiFi.
Oppure contattateci e lo faremo per voi!

Rete cablata (con cavo) o wireless WiFi?

Read More

Internet: scegliere il servizio migliore per le proprie esigenze

mondo-internet-avelia-wireless-banda-larga-verona

Non solo fibra ottica. Tutte le tecnologie di collegamento ad internet, dal cavo al wireless

Il tempo utilizzato per la consultazione di pagine o servizi internet è sempre maggiore ed ormai ha superato ampiamente quello dedicato a qualunque altro Media. Tutti siamo costantemente connessi ad internet attraverso i nostri smartphone, i tablet e i computer.

Con internet studiamo, lavoriamo, comunichiamo con i nostri amici e colleghi in tempo reale, condividiamo le nostre esperienze, scegliamo dove mangiare, scopriamo le offerte più convenienti e acquistiamo nei negozi virtuali sia prodotti che servizi.

Read More

Aumentare la velocità internet con le nuove soluzioni Burst e MyLink Air

Wireless-Internet-Speedtest-MyLink-Air-Burst-Verona

La tecnologia Burst per raddoppiare la velocità di connessione internet e i servizi internet wireless alla velocità della fibra ottica

A casa o al lavoro, avere una connessione Internet veloce ed efficiente è ormai una necessità quotidiana. Dai servizi CLOUD per le aziende, ai film o video in streaming, sempre più elementi contribuiscono ad aumentare la richiesta della banda internet. Utilizziamo sempre più dispositivi abilitati alla navigazione e anche per questo diventa importante aumentare la velocità internet, scegliere servizi con banda internet garantita e disporre di offerte internet illimitato.

Nuove tecnologie in fase di sviluppo o già concrete potranno dare un importante contributo all’aumento della velocità internet. Una certezza è sicuramente la tecnologia Burst che permette di raddoppiare le velocità di connessione nominali.

Partiamo però da dati reali e prendiamo spunto dall’indagine di SosTariffe.it sull’evoluzione della velocità internet in Veneto. L’indagine è stata realizzata ai dati degli speedtest effettuati dagli utilizzatori sul portale di SosTariffe.it

Velocità-internet-adsl-Veneto-indagine-2015-SosTariffe-Avelia

Velocità-internet-adsl-Veneto-indagine-2015-SosTariffe-Avelia

L’analisi va considerata tenendo conto che le velocità di connessione indicate sono valori medi. Inoltre normalmente si effettuano dei test proprio per verificare la sensazione di un rallentamento della velocità internet e questo avviene spesso nei casi in cui la velocità di download è effettivamente più bassa.

Tuttavia l’indagine dimostra un aumento della velocità media di connessione ad internet in Veneto ed anche in Provincia di Verona e Vicenza. In particolare Verona, sia come territorio comunale che come provincia, risulta essere sempre al di sopra dei valori medi regionali e con velocità internet adsl tra i più alti del Veneto.

Potremmo considerare questi valori incoraggianti anche alla luce del fatto che nuove tecnologie, come ad esempio la rete in fibra ottica, porteranno sicuramente ad un ulteriore aumento.

La rete in fibra ottica però non sarà estesa ovunque perché molte zone periferiche sono considerate a “fallimento di mercato”, cioè aree in cui gli operatori nazionali di telecomunicazioni non hanno interesse a investire.

Nei mesi scorsi si è parlato molto anche di un algoritmo “Alisa Encoding”, creato dall’ingegnere Giancarlo Costabile, balzato agli onori della cronaca con un articolo pubblicato sul periodico di attualità Panorama, che sarebbe in grado di potenziare la velocità dell’ADSL fino a 8 volte. Questo varrebbe sia per le reti in rame (le più diffuse), che per quelle in fibra ottica. (vedi corrierecomunicazioni.it)
Si tratterebbe di un sorta di acceleratore che agisce sia sulle reti che sui supporti magnetici. Al momento l’algoritmo sembra rimasto in fase sperimentale e non ci sono conferme sugli sviluppi e sulle applicazioni.

Nell’attesa di ricevere ulteriori notizie sugli sviluppi, possiamo contare già da ora su delle soluzioni internet wireless, senza fili, per portare la banda larga e la banda ultra larga dove le altre tecnologie non arrivano.
È il caso della tecnologia Burst che permette di aumentare la velocità internet fino a raddoppiarla, oppure della tecnologia wireless MyLink Air con banda internet fino a 50Mbps.

Il sistema Burst permette un aumento della velocità di banda internet per un tempo massimo di 5 minuti, con traffico internet illimitato e senza filtri. Una volta esaurita la necessità o il tempo massimo, la banda torna al valore nominale. La velocità Burst torna disponibile dopo 5 minuti di linea scarica.
Burst è una soluzione “smart”, intelligente, per ottimizzare l’uso della banda internet e migliorare le prestazioni di navigazione. Soprattutto nei casi di upload, quando si devono carica file, per esempio su Dropbox, GoogleDrive, ICloud…, oppure in download, quando si ha la necessità di scaricare da internet contenuti di video streaming o file di grandi dimensioni.
Questo ne fa una soluzione particolarmente adatta per navigare in internet a casa o per le esigenze internet delle piccole aziende.

Con la tecnologia Burst, MyLink amplia la propria offerta di soluzioni wireless per navigare in internet con velocità di connessione fino a 50Mbps. Contribuisce così a migliorare la qualità e la velocità media delle linee internet nelle province di Verona e Vicenza.
MyLink Air | la banda internet alla velocità della fibra anche dove gli altri non arrivano.

Wi-Fi campeggi: servizio sempre più richiesto da ospiti e villeggianti

internet-wifi_pubblico-wi-fi_camping_locali-pubblici_MyLink_Avelia

Speciale SIPAC 2015: come trasformare il servizio hotspot internet WiFi in un potente strumento di marketing per comunicare con i tuoi clienti. Assicura la soddisfazione ai clienti per il successo della tua struttura.
Visitaci a SIPAC 2015 stand F18.

Nei campeggi en plein air italiani si trovano sempre più spesso offerte di servizi SPA, centri benessere e acquapark. Ma è la presenza del servizio internet WiFi a influenzare la scelta di un turismo in piena evoluzione e sempre più esigente che chiede di poter utilizzare ovunque i propri dispositivi collegati ad internet. Così, anche quella che potrebbe rappresentare una fuga dalla routine quotidiana diventa in realtà ricerca di restare connessi.

Campeggi.com, portale leader del network turistico KoobCamp, ha dedicato un’indagine sullo stato del Wi-Fi nei campeggi e nei villaggi italiani, con dati sorprendenti riguardanti la diffusione capillare del servizio, mettendo in risalto le differenze tra una struttura e l’altra.

Dall’indagine di Campeggi.com, realizzata a settembre 2015 su un campione di 60 strutture, emerge che tutte le realtà intervistate dichiarano di offrire il servizio di internet Wi-Fi per i clienti. Dai campeggi che offrono un servizio gratuito di internet senza fili, in piena autonomia o affidandosi a società che sfruttano la leva del marketing, a quelle che optano per infrastrutture outdoor di tipo professionale: le scelte e i relativi investimenti sono molto diversi e spesso questo incide sulla soddisfazione del cliente, le cui aspettative sono sempre più elevate, complice anche la continua diffusione di nuovi contenuti digitali online.

Solo nel 55% dei casi la connettività è presente in tutto il campeggio, mentre per le restanti strutture si tratta di un servizio offerto solo nelle aree comuni. Solitamente, i luoghi scelti per il servizio di hotspot wireless sono la reception, il ristorante e la piscina. Altre strutture garantiscono la copertura Wi-Fi anche presso il bar della spiaggia o in giardino.

La proposta, a pagamento o gratuita del servizio è diversa. Solo il 45% dei campeggi e dei villaggi del campione offre il Wi-Fi gratuito. In tutti gli altri sono previsti dei costi variabili: si passa dalle formule con i codici di accesso al costo di 2 euro all’ora, a pacchetti che coprono la durata intera o parziale del soggiorno, fino a soluzioni ibride che prevedono un primo periodo di navigazione gratuita e l’offerta di un servizio a pagamento per chi vuole utilizzare il servizio più a lungo.

Potremmo affermare che l’ampia differenza della proposta per il servizio internet wifi, dipende dal ritardo accumulato dalle strutture italiane en plein air, rispetto a quelle straniere e agli hotel in generale. Solo negli ultimi anni, molti campeggi e villaggi hanno avvertito questa esigenza scegliendo di correre ai ripari, ma non sempre con soluzioni adeguate e spesso controproducenti: inizialmente con le infrastrutture fatte in casa, poco costose ma anche poco efficienti, per poi affidarsi a società esterne ed autonome che registrano i dati dei clienti/turisti per scopi commerciali, offrendo in cambio la connettività.

Sempre più i campeggi ed i villaggi stanno comprendendo l’importanza di offrire un servizio Wi-Fi efficiente, abbinato a propri servizi informativi e di marketing, personalizzati con il proprio brand, sia durante che dopo la vacanza.

In certi casi, far pagare l’accesso al servizio internet Wi-Fi può essere una scelta decisiva: la qualità della connessione garantita assicura una maggiore soddisfazione del cliente.
Anche una cifra simbolica, può significare dare l’accesso solo a quelle persone che hanno realmente l’esigenza di navigare. Altrimenti se tutti possono collegarsi (e lo faranno se non costa nulla), per quanta banda internet possiate avere a disposizione, la navigazione di molte persone contemporaneamente compromette la velocità di connessione e potrebbe mettere a rischio la loro stessa soddisfazione, trasformandosi in un boomerang per la vostra struttura.

Con le soluzioni Wi-FI campeggi di MyLink di Avelia hai a disposizione una struttura di rete e gli strumenti adatti per decidere come offrire il servizio internet Wi-Fi ai tuoi clienti e soprattutto se utilizzarlo come mezzo di comunicazione con loro. Dalla raccolta dei dati iniziale, ad esempio attraverso un “Mi piace” sulla vostra pagina Facebook, per arrivare ai messaggi personalizzati durante la permanenza nel campeggio oppure di “Bentornato” quando il cliente ritorna da voi. Contattaci per una consulenza gratuita

Streaming video, IpTV e banda larga in Italia: le 3 cose da sapere per vedere al meglio i tuoi film e programmi preferiti

Streaming video, IPTV, MyLink

Non tutti i servizi internet sono uguali e ciascuna qualità video ha le sue esigenze di banda. Scopriamo insieme gli elementi che influenzano lo streaming via internet.

Gli italiani ormai conoscono ed utilizzano sempre più lo streaming video e le piattaforme IpTV per gustare i film ed i contenuti video quando desiderano. È di queste settimane la conferma che Netflix arriverà in Italia dal 22 ottobre. Il colosso della tv in streaming, che ha spazzato via Blockbuster e in pochi anni ha cambiato il panorama televisivo negli Stati Uniti, offre via Internet i film e le stagioni complete dei serial più famosi. L’arrivo in Italia è stato ritardato a causa della cronica lentezza della connessione internet disponibile nel nostro paese. Oggi però il panorama dei servizi internet disponibili sta cambiando radicalmente e la qualità del servizio è in continuo miglioramento. A fianco delle ADSL sono arrivate altre tecnologie come VDSL basata su rete in fibra ottica, WDSL basata su link wireless di qualità, banda satellitare, oltre alle reti mobili 4G che rendono disponibili i contenuti video anche sui dispositivi mobili. L’importante è avere a disposizione una connessione ad internet con banda adeguata e soprattutto stabile.

Ma quanta banda serve per vedere bene video in streaming?

Netflix ha indicato delle linee guida, condivise dai principali produttori di TV e dai principali fornitori di contenuti video. L’ampiezza di banda minima richiesta per i contenuti in qualità SD è di 0,5 Mbps ma quella raccomandata è di almeno 1,5 Mbps. Si passa poi a 3 Mbps per i video in qualità HD, per arrivare ad almeno 15 Mbps per la qualità Ultra HD 4K. Se a casa avete una connessione flat da almeno 7 Mbps dovreste essere a posto per i primi due livelli, mentre per l’Ultra Hd è assolutamente consigliabile passare ad un servizio con maggiori prestazioni.

La banda necessaria dipende anche dal dispositivo utilizzato

Un altro elemento che influenza i contenuti video-streaming è il dispositivo. Neil Hunt, Chief Product Officer di Netflix, intervistato da Dday.it ha comunicato queste stime relative al tipo di dispositivo utilizzato: “Al 60% sono TV. Poi ci sono console da gioco, Apple TV, tablet, laptop e smartphone in ordine. Le TV sono ovviamente il mezzo preferito.”
La banda richiesta varia in funzione del dispositivo anche a seconda della piattaforma utilizzata. Sky Go, per esempio, consiglia di poter disporre di almeno 600 Kbps di banda per la visione dei contenuti su smartphone e tablet e fino a 1,5 Mbps sui computer. Premium Play, invece, richiede almeno 800 Kbps. Requisiti molto simili per tutti gli altri servizi di televisione in streaming. Youtube, invece, come noto, richiede almeno 2,5 Mbps di banda solo per poter accedere ai video in alta definizione HD.

Quale servizio di connessione ad internet scegliere?

Secondo i dati di autorevoli ricerche, gli italiani dispongono mediamente di 4,9 Mbps. Dunque, l’uso dello streaming è generalmente possibile. I problemi potrebbero nascere quando si utilizzano più servizi in parallelo, cosa oggi molto frequente, visto che oramai quasi tutti dispongono in casa di almeno un computer, uno smartphone o tablet e una console da gioco.
Sommando le richieste di banda di tutti i servizi di streaming, per stare “tranquilli” sarebbe necessario poter disporre di almeno 7 Mbps di banda, anche asimmetrica (ADSL, XDSL, Wireless, Satellitare). Potendo scegliere, è consigliabile richiedere un servizio con connettività superiore, ma soprattutto, puntare su soluzioni che offrano soprattutto il servizio di banda garantita. La banda nominale infatti è inutile se poi il provider non dispone di sufficienti risorse.

MyLink offre servizi a banda garantita con varie tecnologie: Wireless, ADSL, VDSL su rete in Fibra ottica e Satellitare. Per portare la tua connessione internet anche dove gli altri non arrivano con la fibra.

Contattaci



Acconsento alla Privacy Policy

Certificazioni